IL VIAGGIO DI NOZZE DI CHIARA e FABIO: AUSTRALIA E POLINESIA dall'11 Agosto al 2 Settembre 2013

Quanti mesi per programmare il nostro Viaggio di Nozze...quanto lo abbiamo sognato e finalmente eccolo qua!!! Finalmente l’Australia: continente selvaggio e meraviglioso, dove le distanze sono inesitenti nonostante la loro enormità e spostarsi in aereo è la routine di ogni giorno, anche per ritrovarsi fra amici e parenti. Atterriamo a Melbourne. Che bella citta' !!...molto elegante con i suoi viali in stile vittoriano che contrasta con i grattacieli moderni! Le sue boutique di lusso e le viette piene di ristoranti di tutti i tipi. Visitiamo Kangaroo Island dove davvero questi meravigliosi animali sono padroni del territorio e sei tu l’ospite, passiamo da un santuario di coala, teneri come dei peluche e profumati di eucalipto, pianta che divorano con una velocità opposta alla loro indole naturale e docile, incontriamo i bradipi, addormentati e coccolosi. In volo raggiungiamo l’outback…… Alice Springs.....un piccolo paese pieno di aborigeni dediti all'alcool e al vagabondaggio.Devo dire che come persone al primo impatto fanno un po' impressione poichè hanno le fattezze dell' uomo primitivo e poi sono molto grossi!!! Ma comunque questa è la loro terra e ne hanno fatto la storia. In zona troviamo interessante visitare la School of the Air. E' la sede di una scuola fatta via radio (ed ora anche via computer) per quei bambini che vivono in fattorie isolatissime nell'entroterra australiano. Ci ha fatto veramente impressione vedere come è organizzata e come tanti bimbi vivono senza i nostri "vizi" di tutti i giorni!!!! Direzione Ayers Rock....Correre con i dingo fino ai piedi di “Uluru”, la sacra montagna rossa, i cui profili si stagliano nell’azzurro del cielo; Come una talpa uscita dalle viscere del monolito, ecco apparire un anziano aborigeno, con il volto incorniciato da una ondosa criniera crespa e scomposta, e segni verticali e profondi che separano le sopracciglia folte, ci parla delle creature che popolano la sua terra, di canguri, delle vibrazioni profonde dei didgeridoo, e di cacce antiche e antichi rimedi, e di lunghe marce a piedi nudi attraverso l’outback. Che emozione aspettare l'alba davanti alla Montagna Sacra! Raggiungiamo il celebre Kakadu National Park, uno dei maggiori simboli del Northern Territory, che ospita una grande varietà di habitat e di fauna, coccodrilli marini compresi. Da restare a bocca aperta di fronte alle piante, agli insetti e agli animali che esistono solo in questa zona: tra i mammiferi, troverete diverse specie di canguri e wallaby e, se sarete fortunati, durante il giorno, nei boschi forse riuscirete ad avvistare uno scoiattolo volante. Abbiamo visto gli argentei barramundi, che creano caratteristici mulinelli sulla superficie dell’acqua. Naturalmente non potevano mancare i rettili come i coccodrilli di acqua dolce, piccoli e piuttosto innocui, e il pericoloso coccodrillo marino, a cui vanno aggiunte diverse specie di tartarughe di acqua dolce e di serpenti, che però sono quasi sempre notturni. Incantevoli paludi in cui vivono; tra quelli più belli in assoluto ci sono i pellicani, le cicogne collonero , gli aironi, i cormorani e gli stupendi cacatua neri codarossa. …e che dire dell’East Alligator River, che sta alla pari con i posti più belli del Kakadu….. Ci stupisce Sidney, pulita e ordinata, moderna ed accogliente, dove anche i senza tetto sembrano eleganti, il porto sembra una località di villeggiatura e la gente si sforza di farti capire il loro slang in tutti i modi. All’improvviso, gli archi delle vele protese nell’eleganza del Teatro dell’opera, l'Opera House che sembra proteggere la città. Bellissimi i quartieri di The Rocks e Circulair Quay e più a sud, di Darling Harbour. Facciamo il giro di tutto il passeggio assaporando l'aria australiana vedendo degli aborigeni che suonano il didgeridoo!! il ponte Harbour Bridge, chiamato dalla gente del luogo ‘vecchio attaccapanni' attraversa la baia collegando la sponda nord di Sydney con la sponda sud, su esso circolano auto, treni, pedoni, podisti e ciclisti, noi l'abbiamo attraversato una prima volta a piedi ed è ha sollevato un po' di brividi, non so come si possa attraversarlo sulle arcate. E' rilassante assaporare un po' di vita australiana stando seduti su una panchina a guardare la baia e a notare come "centinaia e centinaia" di persone fanno jokking!!! Ma non lavora nessuno durante la settimana?!? Meglio sorvolare sulllo Style life australiano o ci deprimiamo ancora di più sulla nostra vita ultrastressata!!! Episodio particolare: mentre passeggiamo Fabio nota un albero dove stranamente le foglie erano grandi e si muovevano, anche se non c'era vento.... e ci credo! Non erano foglie giganti ma PIPISTRELLI GIGANTI!! Ce n'erano centinaia e dormivano tranquillamente a testa in giu'; erano enormi e pelosi ed ogni tanto qualcuno si faceva un bel giretto alla BATMAN!!! Ma è già l'ora di partire.... L’Australia ci ha mostrato che il viaggio è il modo più autentico di esistere... Voliamo in Polinesia....!!! Siamo qui, nel paradiso terrestre, il nostro sogno si è avverato. Atterriamo a Papeete con accoglienza tipicamente polinesiana, collana di fiori e balli a ritmo di ukulele. La mattina successiva raggiungiamo Morea. Mentre l'aereo si prapara ad atterrare i nostri occhi sono attaccati al finestrino, la laguna è sotto di noi è spettacolare. Atterriamo dopo 15 minuti di volo...all'aeroporto di Moorea. In realtà è un fabbricato in legno, tutto aperto e tetto in paglia. Una porta per gli arrivi e una per le partenze. Niente nastri, i bagagli li consegnano a mano. Tanta gente, come se l'arrivo di ogni aereo fosse una festa. E sempre fiori, ghirlande, canti e balli. Che spettacolo....la barriera qui è molto vicina, così ci mettiamo a prendere il sole e sfruttiamo delle piscine naturali create fra i coralli per farci il bagno. Subito si nota la ricchezza del mare, pieno di pesci, l'abbondanza delle noci di cocco e ancora....la meraviglia delle montagne alle nostre spalle. Verdi. Verdissime. E non possiamo trascurare i fiori. Solo nel nostro giardino è una sinfonia di frangipani, di ibiscus e del famoso tiarè di Tahiti. La Polinesia, terra di rara bellezza, l'azzurro del mare fa da contrasto alle montagne verdi e tutto si fonde meravigliosamente come in uno splendido quadro. Il nostro cuore esplode di gioia contemplando in silenzio quest'esplosione della natura..I ritmi di vita sono molto diversi rispetto a noi e se da un lato non vogliamo stare fermi per goderci ogni prezioso minuto dall'altro è bello rilassarci perchè qui il tempo sembra essersi fermato. Profumi e suoni non possono essere fotograti, ma sono parte di questi luoghi e li ricorderemo con loro.


Elementi visualizzati: da 1 a 29 di 29